Al sabato si anticipa Consegne entro le 19

UN PO’ DI REGOLE 01 apr 2022
La corsa prosegue Consumate le prime settimane di Pallone d’oro La corsa prosegue Consumate le prime settimane di Pallone d’oro

Primi bilanci, assestamenti e incentivi: a poco più di un mese dall’inizio il Pallone d’oro areniano del 2022 comincia a macinare numeri, alimentati dai bonus di varia natura che - in questa fase - danno ulteriore vivacità alla corsa. E inizia a... gonfiarsi anche il contenitore urna di corso Porta Nuova 67, dove vengono depositati i tagliandi inviati a mezzo posta o consegnati a mano. Al proposito c’è una novità: a cominciare da domani infatti il termine ultimo di consegna è anticipato - per motivi pratici e organizzativi - alle 19. Quindi anche le classifiche della prossima settimana (che saranno pubblicate sul giornale di giovedì) terranno conto di tutto quello che è stato recapitato fino e non oltre quell’orario. Valori aggiunti Lo stesso vale ovviamente per l’assegnazione dei bonus: guadagnerà i 500 punti validi per il massimo di voti raccolti chi li avrà collocati entro le 19 di domani. E potrà ugualmente beneficiare del bonus fedeltà (che tiene conto del numero massimo di schede da un punto) chi avrà rispettato il medesimo termine. Diverso il discorso legato ai bonus tecnici, quelli assegnati all’inizio della prossima settimana - l’esito su L’Arena di martedì - da esperti del calcio dilettantistico veronese. E che valgono mille punti per i tre migliori delle rispettive categorie (oro, argento e bronzo), cinquecento per i secondi e duecento per i terzi. Le categorie Come già raccontato nelle scorse settimane, il Pallone d’oro 2022 ha recuperato gli antichi motivi di successo, nel più fedele rispetto della tradizione. Escludendo dunque i «millennial» e le glorie del passato - come era capitato nel 2021 - in lizza ci sono semplicemente giocatori tesserati per squadre di Serie D ed Eccellenza (Pallone d’oro), Promozione e Prima categoria (Pallone d’argento) e di Seconda e Terza categoria (Pallone di bronzo). Tutti a darsi battaglia fino al 10 giugno prossimo, data di pubblicazione dell’ultimo tagliando utile.