di Andrea Marchiori

Il Pallone d’oro rilancia ancora: tagliando da 100

LA LUNGA CORSA 23 mag 2022
I tagliandi preziosi del nostro ConcorsoMatteo Muzza I tagliandi preziosi del nostro ConcorsoMatteo Muzza

Il traguardo è vicino. Ultime due settimane di ritaglio del Pallone d’oro. Anche quest’anno i campi di Verona e provincia sono i protagonisti assoluti dell’iniziativa ad ampio respiro dedicata al calcio dilettantistico nostrano. A infiammare l’ennesima avventura che accompagna gli appassionati di pallone fino al termine della stagione ecco, domani sul quotidiano, il maxi-tagliando da 100 punti. È di mostrare le carte in tavola.

Tripla cifra
Appuntamento dunque da non perdere quello di domani, martedì 24 maggio: se i 50 punti hanno dato il via a ribaltamenti di fronte e scossoni in classifica, permettendo le prime fughe nelle tre graduatorie di oro (Serie D ed Eccellenza), argento (Promozione e Prima) e bronzo (Seconda e Terza), il maxi tagliando da 100 punti promette più che scintille. Data da segnare sull’agenda, quindi: il Pallone d’oro 2021/2022 entra nel vivo della corsa.

I numeri
Superata quota settecentomila voti complessivi, con numeri in rapida ascesa in tutte le categorie, come testimoniano gli enormi quantitativi di voti per i tre momentanei podi: 88.481 per l’oro, 122.497 l’argento e 166.153 per il bronzo. Più di centoventi calciatori partecipanti per altrettante società, con uno spettro che varia da talenti in erba e giocatori esperti. Attenzione alle strategie: c’è chi tenta di accumulare più voti per strappare il doppio bonus, chi consegna con regolarità.

Recap
In attesa della nona graduatoria parziale, prevista per giovedì 27 maggio, ecco un breve riassunto della situazione attuale in classifica. Per l’oro comanda ancora Matteo Muzza: il giovane difensore del Valgatara prova l’allungo su Nicolò Dalla Pellegrina (Mozzecane) e Luca Bonetti (Montorio). Per l’argento testa a testa in vetta tra Luca Scarsetto (Concordia), Thomas Orfeini (Realgrezzanalugo) e Daniele Buzzacchero (Quaderni). Per quanto riguarda il bronzo, sfida a suon di voti tra Marco Corsi (Intrepida), Eugenio Pasqualini (Bardolino) e Andrea Ceolari (Paluani Life).

Bonus
Occhio di riguardo anche agli incentivi: se nelle prime settimane il «fedeltà» e il bonus per più tagliandi consegnati coincidevano, con l’uscita dei venti, trenta, cinquanta e cento punti cambiano le carte in tavola. Utile ricordare la differenza: 500 punti a chi consegna più tagliandi da un voto - quello che può essere definito un premio fedeltà - e 500 al quantitativo complessivo più corposo. La novità di questa edizione riguarda il bonus tecnico, un prezioso voto assegnabile da esperti e vecchie conoscenze del calcio dilettantistico veronese.

Consegna voti
All’ingresso della redazione, in Corso Porta Nuova 67, è presente l’apposito box adibito alla consegna tagliandi. È consigliato l’utilizzo di una busta in carta o, eventualmente, in plastica, per evitare che i voti non vengano conteggiati. La classifica parziale terrà conto dei voti consegnati di settimana in settimana, con scadenza fissata a sabato, ore 19.