di Andrea Marchiori

Muzza balza in testa all’oro. Orfeini vola, Prati è in scia

Pallone d'Oro 21 apr 2022

Ribaltoni e sorprese per la quarta settimana del Pallone d’oro dilettanti. Come facilmente prevedibile, i tagliandi da 20 e i primi da 30 hanno mescolato le carte in tavola, regalando sorpassi e controsorpassi in vetta alla classifica. Se nella precedente settimana i voti recapitati in redazione toccavano quota quarantamila, a distanza di soli sette giorni i numeri sono raddoppiati, sfiorando le ottantamila preferenze. Considerando invece i numeri complessivi di questa dodicesima edizione, le cifre superano già la soglia dei centottantamila voti. Ricordando l’uscita del tagliando da 30, oggi, sul quotidiano, ecco un nuovo giro di graduatorie per le tre categorie di oro, argento e bronzo. Oro. C’è un nuovo, momentaneo, padrone della graduatoria riservata ai talenti di Serie D ed Eccellenza. Matteo Muzza, diciannovenne difensore del Valgatara, mette la freccia e, dopo qualche settimana in sordina, vola in vetta superando Luca Bonetti del Montorio, che riesce a strappare comunque il bonus fedeltà; gli altri 500 punti extra vanno proprio al nuovo capolista, che consegna un quantitativo di ben 4.250 voti in settimana. In terza posizione rimane Nicolò Dalla Pellegrina, bandiera del Mozzecane (2.239), mentre Alberto Filiciotto si apposta a sole 39 distanze grazie all’ennesimo bonus tecnico. Scala qualche posizione anche Diego Gardini, talentuoso terzino classe 2003 del Villafranca, così come Micheloni che tiene d’occhio il compagno di squadra Bonetti con 1.529 preferenze. Argento. Delirio per Promozione e Prima categoria. Orfeini non si ferma più. Il giovanissimo attaccante del Real Grezzanalugo prova la fuga, rompendo la barriera dei ventimila punti: ben 20.080 le preferenze per il classe 2004. Manuel Prati, ospite a Road to Pallone d’oro la scorsa settimana, prova a rimanere in scia con 11.879 punti che gli valgono il bonus per più tagliandi complessivi consegnati. Oltre al centrocampista dell’Alpo, ecco un’altra vecchia conoscenza del Pallone d’argento: trattasi di Paolo Pani, estremo difensore dell’Olimpica Ponte Crencano, che occupa la terza posizione a quota 7422. Scala posizioni Buzzacchero (Quaderni), ora al quarto slot con ben 6752 preferenze. Tra Daniele e il compagno di squadra Maffessanti, scivola di qualche posizione Simone Strapparava, che attualmente è quinto (5.042). Bronzo. Battaglia vera anche per quanto riguarda Seconda e Terza categoria, con più di trentamila voti in sole tre posizioni. Prima settimana avara di bonus per Marco Corsi: il centrocampista dell’Intrepida, nonostante ciò, rimane in vetta a quota 11.875. Solo 105 punti lo separano da Andrea Ceolari, giovane portiere della Paluani Life (11.770), mentre chiude il podio l’highlander Eugenio Pasqualini con 11.263 preferenze che gli valgono il bonus complessivo. Ad attirare l’attenzione le new entry Filippo Pavoni e Kevin Inzerauto della Clivense: per l’estremo difensore è subito quarto posto, grazie alle 6074 preferenze, mentre il bomber di via Sogare si presenta con 268 voti. Al quinto posto non perde strada Marco Vignola (Avesa). Consegna voti. I numeri in graduatoria cambiano, la modalità di consegna voti rimane la medesima. All’ingresso della redazione, in corso Porta Nuova 67, è presente l’apposito box adibito alla consegna tagliandi. È consigliato l’utilizzo di una busta in carta o, eventualmente, in plastica, per evitare che i voti non vengano conteggiati. La classifica parziale terrà conto dei voti consegnati di settimana in settimana, con scadenza fissata a sabato, alle 20.•.