di Ludovica Purgato

Pallone d’oro, attesa finita. Si riparte: ecco tutte le novità del 2021

Tornano i protagonisti del calcio veronese 04 mar 2021
La consegna del Pallone d'Oro 2019 La consegna del Pallone d'Oro 2019

Il conto alla rovescia è quasi alla fine. Quattro giorni ancora e poi si parte. Con formula rinnovata. E spazio a futuro e passato. Perché ci sono campioni, di casa nostra, da scoprire. Ma anche leggende da recuperare. “Pallone d’oro Forever“ è un viaggio da fare insieme. A breve potrete conoscere i nomi dei contendenti che prenderanno parte a questa sfida destinata ad essere animata dai lettori. Due le categorie: “Next generation“, dedicata ai talenti del calcio dilettante veronese, e “Campione del passato“, un viaggio vintage alla ricerca di giocatori che hanno lasciato la loro impronta indelebile nel dilettantismo di qualche anno fa. Numeri e testimonianze tecniche e umane distribuite non per forza all'interno di una sola società.

Sarà l'occasione per rispolverare grandi cavalcate del passato, promozioni storiche o piccoli traguardi che però restano nel cuore di chi si è cucito addosso i colori di una maglia o che ha distribuito talento su più di un palcoscenico. Magari di chi, ora, gravita ancora nel mondo del pallone non indossando più maglietta, pantaloncini e calzettoni ma semplicemente la tuta e siede in panchina a dare indicazioni ai suoi uomini. Oppure va a caccia di nuovi talenti nelle vesti di direttore sportivo. Altra edizione e regole rivedute, corrette e adattate per la rinnovata formula di gara che accompagnerà i lettori del nostro giornale per tutta la primavera, fino a quando l'estate busserà alle porte e sarà il momento di tirare le somme. L'altra faccia della medaglia, la principale, quella legata alla Promessa d'oro 2021, è quella che riguarda le nuove promesse.

Quindi al cosiddetto Pallone d'oro next generation. Ecco quindi che il principale bacino di raccolta dei nomi origina dalle indicazioni fornite dalle società, fatte salve le wild card che anche in questa occasione potranno integrare lo schema. Gli atleti devono però essere nati dal 2000 (compreso) in poi e devono aver dato un fattivo contributo alla prima squadra, raccogliendo almeno una ventina di presenze. Riguardo alla sfida dei più giovani sopravviveranno le vecchie categorie: oro per Serie D ed Eccellenza; argento per la Promozione e la Prima; bronzo con i calciatori di Seconda e Terza. • 

 

ECCO COME FUNZIONA

 

I TERMINI. Le nuove corse del Pallone d'oro forever, pensate per i talenti del futuro e per i campioni di ieri, inizieranno con la pubblicazione della prima scheda, lunedì 8 marzo, per chiudersi col tagliando in previsione per venerdì 4 giugno. Come nelle passate stagioni nel corso della gara i tagliandi da un punto si alterneranno a tagliandi speciali, quelli di valore multiplo, che avranno spazio dopo un primo periodo di... rodaggio. 

LE CATEGORIE. Le categorie in gara saranno appunto due: quella dei campioni del passato (raggruppati in un contesto unico) e quella delle grandi promesse, con la tradizionale suddivisione tra giocatori che hanno già debuttato in Serie D o Eccellenza (Promessa d’oro), Promozione o Prima Categoria (Promessa d’argento) e Seconda a Terza Categoria (Promessa di bronzo).  Il tagliando sarà valido votando anche soltanto per una delle due categorie.

WILD CARD. Sul giornale di sabato verranno svelati i nomi dei candidati sia della sfida tra i millennials (Pallone d'oro next generation) che quelle tra i campioni del passato, le vecchie glorie che hanno appeso le scarpe al chiodo. Nomi ricavati soprattutto da indicazioni dei club di appartenenza. Sarà però possibile proporre altri nomi nelle settimane a venire sia per la prima categoria (a condizione che il giocatore sia nato dal 2000 in poi ma sia già in pianta stabile in prima squadra) che per la seconda.   

I SOCIAL. La sfida seguirà naturalmente un suo sviluppo anche sui canali social. I lettori sono infatti invitati ad inviare al quotidiano via social, via whatsapp o via email la foto vintage o altri contributi del proprio campione del passato. Al contempo tifosi, appassionati e curiosi potranno inviare al quotidiano - sempre via social, via whatsapp o via email - un reel (video di 15 secondi) originale e divertente con una performance della grande promessa in corsa. Tutti i contributi inviati saranno pubblicati sul sito de L’Arena in un’apposita sezione e potranno essere trasmessi su TeleArena nel corso della trasmissione settimanale dedicata.