Primo scatto di Quagiotto. In pole anche Strapparava

LA DODICESIMA EDIZIONE 24 mar 2022

Il solstizio di primavera ha aperto la dodicesima edizione del Pallone d'oro. L'iniziativa dedicata ai migliori giocatori del calcio dilettantistico veronese è pronta a riservare sorprese e più di un nome interessante da appuntare sul taccuino di appassionati e dirigenti. La settimana d'apertura del Pallone d'oro ha già i primi protagonisti. Ecco quindi la prima graduatoria per le categorie di Oro, Argento e Bronzo.

Oro in bocca. C'è del talento in vetta. Per la precisione, in vetta alla classifica del girone A di Eccellenza: Elia Quagiotto, classe 2003, in forza al Villafranca di mister Corghi, si porta in cima alla prima graduatoria parziale. Sono 281 i punti consegnati finora dagli ammiratori per il diez, ruolo nel quale il giovane centrocampista si esprime al meglio. Un altro geometra votato all'attacco per il Pescantina: con 82 voti è la volta di Alberto Fiumicetti, trequartista classe 2000 alla corte di Lucio Alfuso. Con 34 preferenze, al terzo posto, c'è Nicolò Dalla Pellegrina, esperto difensore tuttofare per i lupi del Mozzecane. Seguono Matteo Giordano, centrocampista classe '99 dell'Ambrosiana (Serie D) e Matteo Muzza del Valgatara. E spuntano, pure, due nomi "pesanti". Quello dell'esperto Pietro Gecchele del Sona e del bomber del Villa Federico Marchetti. E siamo solo all'inizio.

Argento vivo. Simone Strapparava è tra i più giovani partecipanti: il centrocampista classe 2004 del Valdalpone, autore di due centri in stagione, balza provvisoriamente in testa alla graduatoria con 232 punti.Si balla la samba in seconda posizione: Luiz Herber, attaccante/ala dell'Audace (Promozione A) dal sangue brasiliano, tallona Strapparava a quota 228. In Prima categoria, al terzo e al quarto posto, troviamo due centrocampisti dall'ottimo tasso tecnico. Per l'Albaredo (girone B) ecco Nicola Martini, con 172 punti; a seguirlo, poco distante, un habitué del Pallone di bronzo: trattasi di Manuel Prati, eclettico trequartista in forza all'Alpo Club 98, con 159 preferenze. Il Quaderni presenta i suoi beniamini: in quinta posizione troviamo la freccia Simone Maffessanti (153), mentre in nona il compagno di squadra Daniele Buzzacchero. Clima scoppiettante anche qui.

Bronzo da battaglia. Intrepida e Bardolino hanno battagliato fino all'ultimo nella precedente edizione del Pallone di bronzo e aprono il 2022 con due candidati nel podio. Due generazioni a confronto: al primo posto Marco Corsi, centrocampista classe '97 in forza all'Intrepida (Seconda C); al secondo Eugenio Pasqualini, esperto difensore e highlander della formazione lacustre. Giocatore senza tempo, quest'ultimo, un riferimento per tutti. E nella lotta al bronzo è finito subito in evidenza. Chiude il provvisorio podio Andrea Ceolari, giovanissimo estremo difensore della Paluani Life Chievo, con 51 preferenze. Seguono Denis Longo, attaccante temprato in forza alla V.R Arena, Andrea Martini, bomber assoluto dell'Atletico Squarà, Pietro Grossule (Boys Buttapedra), Elia Marassi (Lazise), Alessandro Marai (Calmasino) e Marco Vassanelli (Avesa).

Consegna voti. La modalità di consegna è sempre la stessa. All'ingresso della redazione, in Via Corso Porta Nuova 67, è presente l'apposito box adibito alla consegna tagliandi. É gradito l'utilizzo di una busta in carta o, eventualmente, in plastica, per evitare dispersione di voti. La classifica parziale terrà conto dei voti consegnati di settimana in settimana, con scadenza fissata a sabato, ore 20..