di Andrea Marchiori

Superato il milione di voti Muzza resta al comando

I NUMERI 26 mag 2022

Il tempo è agli sgoccioli. Poco meno di due settimane al termine della dodicesima edizione del Pallone d'oro dilettanti, iniziativa dedicata ai migliori talenti di Verona e Provincia. Rotta ufficialmente la barriera del milione di punti: numeri destinati a crescere ulteriormente con l'uscita recente del tagliando da 100. Più di 120 i nomi in lizza, per una dodicesima edizione che entra nel vivo. Si trova di tutto nelle tre graduatorie di oro (Serie D ed Eccellenza), argento (Promozione e Prima) e bronzo (Seconda e terza): dal giovane in rampa di lancio al bomber da duecento e passa gol. In mezzo centinaia di giocatori, protagonisti di un'annata che finalmente ha potuto respirare il profumo del manto erboso. Uno schiaffo alla pandemia che premia comunità e sport. Ecco quindi il nono giro di boa di un'edizione che non smette di sorprendere.

Oro. Ennesima settimana in vetta per Matteo Muzza. Il difensore classe 1999 del Valgatara è in fuga dichiarata: 54.554 le preferenze per il giovane talento. In seconda posizione il più esperto Nicolò Dalla Pellegrina, bandiera del Mozzecane, a quota 39.838. A poco più di duemila voti di distanza, ecco Luca Bonetti, difensore del Montorio (37.743). Salto di quattro posizioni per Alberto Fiumicetti, centrocampista offensivo del Pescantina, che si assesta alle spalle del podio grazie ai 24.475 punti. Rimane a distanza di sicurezza il centrocampista del Mozzecane Tommaso Corti (21.221), mentre bomber Zerbato (Caldiero) supera - strappando l'ennesimo bonus tecnico - Anderloni, estremo difensore classe 2000 in forza al Villafranca. Seguono Federico Bellamoli (Team Santa Lucia), Nicolò Baldani (Caldiero) e Nicolò Borin (San Martino Speme).

Argento. Battaglia vera nella graduatoria riservata a Promozione e Prima categoria. Thomas Orfeini torna in vetta: l'attaccante classe 2004 scalza Luca Scarsetto grazie alle 51.710 preferenze complessive. Scivola al terzo posto il terzino del Concordia strappando comunque il bonus fedeltà, ne approfitta Daniele Buzzacchero (Quaderni) che si piazza alle spalle del centravanti scuola Real Grezzanalugo. Simone Maffessanti (35.707), bomber del Quaderni, torna in quarta posizione scavalcando momentaneamente Manuel Prati, centrocampista dell'Alpo Club 98. Seguono Enrico Mori (Lugagnano), a quota 14.947, Nicola Martini (Albaredo), 14.354, e Emanuele Guadagnini (Cadidavid), a 14.031 preferenze.

Bronzo. Più di duecentomila voti in tre posizioni. Anche per Seconda e Terza categoria la lotta è serrata. Tra Eugenio Pasqualini (Bardolino) e Marco Corsi (Intrepida) appena 537 punti di differenza. Alle spalle del difensore e della mezz'ala, rimane ben saldo Andrea Ceolari, giovane portiere della Paluani Life, a quota 56.621. Incetta di bonus per Filippo Pavoni, numero uno della Clivense: 1.200 i punti extra per il portiere che si vanno a sommare ai 46.222 punti complessivi. Sale di una posizione Matteo Cipriani, promettente terzino in forza al Sant'Anna d'Alfaedo, scivola in sesta posizione Marco Vignola, centrocampista dell'Avesa. Seguono Alessandro Marai (15.675), Denis Longo (14.020) e Marco Simoni (11.732).

Consegna voti. I numeri in graduatoria cambiano, la modalità di consegna voti rimane la medesima. All'ingresso della redazione, in corso Porta Nuova 67, è presente l'apposito box adibito alla consegna tagliandi. È consigliato l'utilizzo di una busta in carta o in plastica. La classifica parziale terrà conto dei voti consegnati di settimana in settimana, con scadenza fissata a sabato, alle 20..