Bonavigo può brindare. Dopo 17 anni è in Prima

PROTAGONISTI 12 apr 2022
È qui la festa  La soddisfazione dell’undici di Cuccu È qui la festa La soddisfazione dell’undici di Cuccu

Sarà di nuovo Prima Categoria, dopo diciassette lunghi anni. Bonavigo fa il nodo alla cravatta: domenica dieci aprile rimarrà una data storica. La vittoria della Seconda Categoria è ufficiale: l’uno a zero al Lonigo libera il grido di gioia. Sarà festa grande fino a fine stagione, i numeri, già così, sono da urlo: primato in tasca con quattro turni d’anticipo, sessantadue reti siglate, solo quattordici subite. Diciannove vittorie, due pareggi, una sola sconfitta: l’asciutto resoconto dei numeri rende intuitiva la spiegazione della cavalcata dei biancocelesti. Un tabellino che canta una dolce melodia: accade sempre così, quando si vince. Il successo bonavighese è, a suo modo, un sovvertimento del pronostico. L’undici di Cuccu partiva tra le formazioni di spessore, non come favoritissima al titolo. Accreditate al titolo erano anche Spes Poiana, Provese, Locara. Dettaglio che rende ancor più densa, vibrante l’emozione del successo. Tredici punti sulla Spes Poiana seconda conteggiano il vuoto fatto tra la lepre e le inseguitrici. Il Bonavigo ha anche il miglior cannoniere del girone: con ventisei centri, Andrea Pesarin è per distacco il finalizzatore per eccellenza del Bonavigo stesso e dell’intera categoria. Quota trenta, per lui, rimane vetta alla portata: quattro turni potrebbero bastare. Raggiungerebbe, tra gli altri, profili come Filippo Perinon, bomber inossidabile, fermatosi a quota 33 nel 2012-2013. Il Bonavigo di Cuccu, tecnico vincente anche in Terza, quando vestiva i colori del Coriano, è oggi la miglior formazione, per rendimento e statistiche, dell’intera Seconda e non solo. Un’altra grande vittoria sarebbe mantenere la primazia dei record anche a campionato concluso: l’ennesima riprova di una mentalità vincente. Ric.Per.