di Andrea Marchiori

Che scosse in classifica. Ma Bonetti resta in sella

LA CORSA CONTINUA 14 apr 2022

Numeri in rapida ascesa per la dodicesima edizione del Pallone d’oro dilettanti. Il tagliando da venti ha dato forti scossoni alla classifica, ma non finisce qui: oggi, sul quotidiano, gli appassionati potranno trovare il primo tagliando valido da trenta punti. La media di punti settimanali supera i 40mila, il totale è di oltre novantamila. Attenzione ai bonus: se nelle prime settimane il bonus fedeltà e il bonus per più tagliandi consegnati coincidevano, con l’uscita dei venti e trenta punti cambiano le carte in tavola. È utile ricordare la differenza: 500 punti a chi consegna più tagliandi da un voto - quello che può essere definito un premio fedeltà - e cinquecento al quantitativo complessivo più corposo. La novità di questa edizione riguarda il bonus tecnico, un prezioso voto assegnabile settimanalmente da esperti e vecchie conoscenze del calcio dilettantistico veronese.

Oro Lotta vera al primo gradino del podio. In cima comanda ancora Luca Bonetti, giovane difensore del Montorio che strappa ancora una volta il bonus fedeltà. La sorpresa è Matteo Muzza del Valgatara: il diciannovenne, difensore, vola al secondo posto grazie ai 3.041 voti settimanali consegnati e strappa il bonus per più tagliandi recapitati. Non molla Dalla Pellegrina, al terzo posto a quota 2.239, mentre Lorenzo Zerbato vince ancora una volta il bonus tecnico, portandosi in solitaria al quarto posto. Quagiotto scivola dal secondo al quinto posto, mentre Marchetti si avvicina a Filiciotto grazie al bonus tecnico. Bellamoli del Team Santa Lucia tallona il bomber Brunazzi (700), mentre un altro Bonetti (Maicol, Valgatara) fa capolino in classifica per il terzo bonus tecnico di Ghirigato.

Argento Orfeini fa sul serio. Il giovanissimo attaccante rompe la barriera dei 10mila, comandando la classifica di Promozione e Prima categoria con 10.350 punti. Alle spalle del leader di graduatoria, è battaglia vera: più di undicimila punti tra Simone Strapparava (5.042), Paolo Pani (3.222) e Daniele Buzzacchero (3.165). Quest’ultimo concorrente, grazie ai 525 punti da uno che sono stati consegnati, strappa il bonus fedeltà per la prima volta. Luca Scarsetto, una vecchia conoscenza, rimane in scia con 2.715 preferenze. Lo seguono Nicola Martini dell’Albaredo (2.332), Alberto Mainente (2.294), Simone Maffessanti (2.255) e Manuel Prati (2.115).

Bronzo Tentativo di fuga anche per Seconda e Terza categoria. Ceolari mette la quinta: il giovanissimo portiere che milita nella Paluani Life troneggia con un quantitativo di preferenze pari a 7.167 che gli vale l’ennesimo bonus tagliandi. A vincere quello fedeltà, in un testa a testa iniziato la precedente settimana, è Marco Corsi, centrocampista dell’Intrepida che tallona Ceolari a quota 5.880. Non molla nemmeno Eugenio Pasqualini: l’esperto difensore occupa l’ultimo gradino del podio a quota 3.942. Marco Vignola rimane in zona con 2.839 mentre si avvicina sornione Alex Cottarelli (Bonferraro) che fa un salto di ben diciassette posizioni, balzando così al quinto slot. Seguono l’attaccante Marco Simoni (Juventina Valpantena), il centrocampista Alessandro Marai (Calmasino), il centravanti Elia Marassi (Lazise) e la new entry Edoardo Paiola (Academy Pescantina Settimo). Consegna voti I numeri in graduatoria cambiano, la modalità di consegna voti rimane la medesima. All’ingresso della redazione, in corso Porta Nuova 67, è presente l’apposito box che è adibito alla consegna dei tagliandi. È consigliato l’utilizzo di una busta in carta o, eventualmente, in plastica, per evitare che i voti non vengano conteggiati. La classifica parziale della manifestazione terrà conto dei voti che sono stati consegnati di settimana in settimana, con scadenza fissata a sabato, alle 20.•.