di Lorenzo Quaini

Pieve e Gabetti, accenni di rissa e otto squalificati

IL GIUDICE SPORTIVO 06 giu 2022

È stata una semifinale da dentro e fuori, sia sul campo che nelle delibere del giudice sportivo provinciale, quella disputata sabato scorso a San Floriano, in gara unica, tra Pieve San Floriano e Gabetti Valeggio, in palio l’accesso alla finale per il titolo provinciale Juniores (Under 19). La gara, terminata 1-0 per i valeggiani, ha causato complessive 14 giornate di squalifica a otto giocatori, un’ammenda di 100 euro al Gabetti Valeggio e di 300 euro di ammenda alla Pieve San Floriano con tanto di disputa di una gara a porte chiuse. Giocatori Due giornate a testa di squalifica per Filippo Campesato, Mattia Gilioli, Filippo Fasoli, Riccardo Riolfi (Pieve San Floriano), Gabriel Gelmetti e Dennis Leca (Gabetti Valeggio), «perchè, al termine della gara, alcuni giocatori di entrambe le squadre cercavano insistentemente il contatto fisico, senza riuscirvi grazie all’intervento dei giocatori e dei dirigenti di entrambe le società», ritenuto atteggiamento antisportivo dal giudice sportivo. Una giornata a testa è stata quindi comminata agli espulsi Nicolò Caliari (Gabetti Valeggio) e Lorenzo Cecchini (Pieve San Floriano). Campo di gioco Una giornata a porte chiuse al campo della Pieve San Floriano, secondo le comunicazioni che verranno impartite dalla delegazione provinciale «perchè un gruppo di circa 10 persone, sostenitori della società, denigrava un giocatore del Gabetti Valeggio emulando il verso della scimmia». Le sanzioni sono particolarmente pesanti per il Gabetti Valeggio che questa domenica giocherà la finale per il titolo provinciale della categoria, privo di tre atleti squalificati, con la formazione... pilotata dal giudice sportivo. Le esclusioni Nella categoria Esordienti secondo anno-fase Elite, la delegazione di Verona ha escluso dal torneo le società Villafranca e San Zeno 1919. La motivazione? «Preso atto che quanto accaduto al termine della gara tra San Zeno 1919 e Villafranca Veronese, relativa alle semifinali della manifestazione Esordienti secondo Anno “Fair Play’’, non rientra nei principi perseguiti dal settore giovanile e scolastico della Figc; tenuto altresì conto che gli eventi occorsi hanno evidenziato la totale mancanza del “Fair Play’’ i responsabili dell’attività di base della delegazione di Verona di concerto col coordinatore regionale del settore giovanile e scolastico, visto il punto 4 del regolamento del torneo esordienti Fair Play sanzionano le due società, a seguito dei comportamenti significativamente negativi, con la penalizzazione e successiva esclusione dal Torneo Esordienti secondo anno Fair Play». Pertanto «si classificano alla fase successiva le seguenti società: Baldo Junior Team, Bovolone, Virtus, Real Grezzanalugo». La festa finale verrà disputata sabato 11 giugno prossimo secondo un programma che verrà reso presto noto.